INVESTORS

PR & Presentazioni

Comunicati stampa

28 gen 2021 09:48 | Informazioni privilegiate
Rinvio della proposta di distribuzione dividendi – Assemblea ordinaria

Milano, 28 gennaio 2021.

Banca Farmafactoring S.p.A. (“BFF” o la “Banca”), facendo seguito al comunicato stampa del 22 dicembre 2020, mediante il quale la Banca aveva, inter alia, (i) convocato l’Assemblea ordinaria per il 28 gennaio 2021 per deliberare sulla destinazione dell’utile individuale 2019 pari a €12,4 milioni, in attesa dell’esito delle interlocuzioni avviate con la Banca d’Italia (“BdI”), volte a chiarire alcuni aspetti della raccomandazione della stessa BdI del 16 dicembre 2020 sulla distribuzione di dividendi (“Raccomandazione BdI”), ferma restando la possibilità di revoca della proposta di delibera in caso di indicazioni dell’Autorità di Vigilanza in contrasto con la proposta stessa, e (ii) annunciato la possibilità di convocare, nella medesima data, il Consiglio di Amministrazione per deliberare in relazione all’acconto sui dividendi dell’utile individuale 2020 fino a €58,5 milioni, in modo da procedere, subordinatamente alla predetta delibera assembleare e alle summenzionate interlocuzioni con la BdI, alla distribuzione del Monte Dividendi 2019 di €70,9 milioni, comunica quanto segue.

La BdI ha informato BFF di non essere in grado di fornire, prima della data dell’Assemblea, un riscontro scritto alla richiesta formalizzata dalla Banca il 17 dicembre 2020, mediante la quale quest’ultima evidenziava le seguenti argomentazioni a sostegno della possibilità di procedere alla distribuzione:

  • le FAQ pubblicate dalla Banca Centrale Europea il 15 dicembre 2020 sembrano individuare nelle società capogruppo del gruppo “CRR” i destinatari della Raccomandazione BCE;
  • il termine “dividendo” utilizzato nella Raccomandazione BdI si riferisce solo ai “pagamenti in contanti che hanno l’effetto di ridurre il livello e la qualità del Common Equity Tier 1 […]”, mentre l’ammontare del Monte Dividendi 2019 è stato escluso sino a oggi dal calcolo dei requisiti patrimoniali (costituendo una riserva non utilizzata ai fini della composizione di detti requisiti);
  • nell’istanza per l’acquisizione di DEPObank, BFF ha rappresentato alla BdI il proprio intendimento di procedere, a partire dal 1° gennaio 2021, alla distribuzione di un importo pari ad almeno €70,9 milioni, e il mantenimento della politica dei dividendi adottata. Date le numerose interlocuzioni, avvenute in sede di istanza, sul tema del capitale attuale e prospettico del Gruppo, BFF ha altresì rappresentato alla BdI di ritenere anche, di conseguenza, che sia accertata la condizione di “verificare preventivamente in modo critico la propria solidità patrimoniale e la relativa capacità di autofinanziamento”, posto che la BdI e la BCE hanno approvato l’operazione di acquisizione in esame.

Tutto ciò premesso, al fine di garantire comunque l’adozione di un approccio prudente, ispirato a principi di rispetto delle norme di vigilanza – e anche alla luce degli approcci che, stando a quanto consta alla Banca, gli enti creditizi italiani meno significativi stanno assumendo – nelle more dell’ottenimento di un riscontro scritto della BdI e/o della pubblicazione di criteri interpretativi che forniscano chiarimenti anche in relazione alla portata applicativa della Raccomandazione BdI, il Consiglio di Amministrazione di BFF tenutosi in data odierna ha deliberato di conferire mandato al Presidente affinché, nel corso dell’Assemblea ordinaria di oggi, 28 gennaio 2021, soprassieda dal mettere in votazione la proposta di delibera sulla distribuzione degli utili 2019, e confermato l’impegno di distribuire il Monte Dividendi 2019 non appena possibile, in ottemperanza alle indicazioni del regolatore.

 

***

Si precisa, inoltre, quanto segue:

  • l’Assemblea straordinaria della Banca, già convocata per oggi, giovedì 28 gennaio 2021, alle ore 10:00, in unica convocazione, presso la sede legale di Milano – Via Domenichino n. 5, si terrà regolarmente;
  • con riguardo alle deleghe e sub-deleghe contenenti le istruzioni di voto già rilasciate al Rappresentante Designato esclusivo Computershare S.p.A., non sarà necessaria alcuna modifica alle istruzioni di voto.